Savar

Savar

savar2jpg
Tratto da:
DRAUGA Ahrimanian Yatuk Dinoih di Michael W. Ford

Savar, Saoru, Sauru, Saval, Sarva, Sovar, Surya, Rudra Rudra, l'arciere divino e il mittente della morte e della malattia Dio della tempesta, Maestro del veleno e proiezione astrale

Savar, il Signore dei Deva è il nemico del cosiddetto "Regno di Giustizia" o il culto dei monoteisti. Si dice che Savar introduca la tirannia e il caos nel mondo e ostacola gli sforzi di Shatravar che tenta di portare il regno di Ohrmazd contro l'ordine naturale del mondo. Savar è l'Archideva dell'anarchia (caos) in cui sorgerà un nuovo ordine. Per esempio, la tirannia per lo Yatus è che libera il sé dalla mentalità da schiavo della supplica monoteistica, l'individuo diventa il "tiranno" (singolo dominatore) della sua vita; questo significa che lo Yatus è responsabile e consapevole per il suo presente e il suo futuro come se fosse senza dio. Questa è una responsabilità che strappa l'illusione di essere protetti da una figura del "padre cosmico"; la maggioranza della società non sarà disposta ad accettare questo fatto.

L'Ahrimaniano quindi può esistere su diversi livelli di individualità; la maggioranza utilizzerà i Daeva o gli Dei dei pantheon politeisti del passato, senza entrare in uno studio più profondo basato su livelli di conforto; le élite più piccole accetteranno totalmente la coscienza individuale o trasformeranno il sé in un dio vivente.

Savar ha un'associazione con la voce che ordina a un individuo coraggioso di prendere possesso della vita “qui e ora”, piuttosto che passare attraverso di essa come una pecora, aspettando che la morte lentamente ci assorba. Il nome di Savar è associato alla parola vedica "sara" e “arva”, l'attributo stesso di Rudra-Shiva.

Rudra è un antico dio delle tempeste che è stato escluso dagli dei nel sacrificio Soma. Il culto del dio includeva "l'ascetico dai capelli lunghi (considerato un precursore dello yogi upanisadico) che consuma una bevanda con una droga allucinogena diversa dal Soma in compagnia di Rudra. Rudra è un maestro del veleno la cui stregoneria permette allo stregone di essere "avvolto dal vento ... quando gli dei li entrano, cavalcano con il vento". Il culto di Rudra era guidato da un Kundamnama, una divinità femminile che era una strega o strega, prepara bevande rituali.

Rudra è invocato negli inni vedici, la sua natura incarnava la selvaggia e il pericolo imprevedibile. Rudra può essere compreso dallo Yatus come ArchiDeva (Savar) che porta gli spiriti dell'aria e solleva lo stregone sul piano astrale (Sabbat delle streghe). Savar è ugualmente la voce del potere (il nome Rudra deriva da "ruggente" o "ululare" come con parole di potere) la cui energia è circondata da ciò che comanda (cioè incantesimi, mantra) nella pratica di Yatuk Dinoih.

Rudra è il padre dei Maruts, chiamato anche Rudras. I Maruts sono degli Dei del vento che vengono visualizzati come una banda di guerrieri che servono Indra. Il potere di Rudra (Savar) è quello di usare il vento e lo spirito per portare disordine e caos nella struttura opprimente, introducendo lo Yatus per costruire una nuova creazione al posto del vecchio.


rudrajpg
Rudra/Shiva (immagine web) 
Traduzione: Isha