Diario di una Possessione/Diary of a possession di Nausicaa Morgue (ITA/ENG)

DIARIO DI UNA POSSESSIONE.

Inizio questo diario avvertendo che nulla di quello che scriverò è frutto della mia fantasia, ma i fatti che andrò a raccontare sono accaduti davvero e in parte documentati da un video. …
Ma partiamo dall’inizio.
Verso metà agosto sono partita per Palermo per andare a trovare, Elisa, una mia Sorella Nera, Strega Pagana devota ad Hekate e da qualche anno Satanista, così ho passato le mie vacanze a casa di questa preziosa creatura.
Sapevo che a Cefalu una cittadina poco lontana da Palermo si trovava e si trova tutt’ora, la Abbazia di A. Crowley (non mi soffermo a spiegare chi è Crowley, perché credo che le persone che leggeranno questo diario, sanno bene di chi sto parlando). …
I giorni che hanno preceduto la mia partenza, ho pensato moltissimo a come sarebbe stato il momento che avrei posato piede in quel luogo Magico e pregno di ogni tipo di energia. .. Ero emozionata e nervosa ancora prima di partire da Roma.
Il 23 agosto insieme ad Elisa ed altri amici decidiamo di visitare la Abbazia di C., passiamo la giornata in uno splendido stabilimento di fronte al mare di Cefalu. Un bel pomeriggio, con persone stupende in un luogo meraviglioso. Verso le 16:00 mi sono seduta su di uno scoglio e di fronte al sole ho iniziato a cantare le mie Lodi a Lucifero, non tanto perché cercavo protezione per quello che poi avrei fatto dentro la Abbazia, ma solo perché per me è routine cantare Lode agli Enti con cui sono a contatto ed ai quali sono devota.
Verso le 18:00 iniziamo a prepararci per andare via dallo stabilimento per raggiungere la Abbazia.
Una volta salita in macchina io ero dietro, eravamo 3 persone dietro la macchina e due davanti, ossia Elisa e S. la mia faccia sul finestrino per vedere la strada che Crowley percorreva, ho osservato ogni dettaglio del tragitto per arrivare alla Abbazia.

Una volta arrivati, tremavo, sentivo il mio cuore battere come se stessi andato dal mio grande amore che non vedevo da tempo. …

Vediamo che di fronte alla Abbazia hanno costruito una stazione dei vigili del fuoco e quindi mezze sconfortate decidiamo che forse era meglio rinunciare, ma S., che oltretutto è un uomo di un equilibrio incredibile, dice “no ragazze, proviamo a chiedere se possiamo entrare”, così Elisa scende dalla macchina e si dirige dai vigili per chiedere se potevamo entrare, loro molto tranquilli le rispondono di si!!!!! … Io sono impazzita dalla felicità, ho aperto la porta e ho iniziato a precipitarmi verso la casa. …
Conoscevo ogni centimetro del giardino, sono passata tra rovi e arbusti senza procurarmi il minimo taglio, ero a casa, questa era la mia sensazione. Dietro di me Elisa e Debby (che avrebbe dovuto firmare ciò che avremmo fatto) erano dietro di me che provavano con fatica a scendere.
Io ero sola, era come se nessuno fosse con me in quel momento, io e le energie della casa che mi chiamavano … ora mentre scrivo posso sentire il nome “Lamia vieni, sei tornata a casa” …
Ho fatto foto alle stanze ancora non completamente distrutte, ma le mie due amiche non volevano entrare per paura dei topi e così, una volta assorbita l’energia da ogni muro, ogni angolo, ogni scritta, disegno, sono uscita ….
Vi svelo ora ciò che desideravo fare già da Roma una volta dentro la Abbazia … la Ouija Board. Io devo agli insegnamenti di Crowley ed Astaroth moltissimo riguardo la Ouija.
Ho imparato ad usarla in un modo talmente particolare che ormai è diventata parte di molti dei miei rituali, proprio come Crowley.
Astroth invece mi ha insegnato a capire le differenze di ciò che posso trovare aprendo la Ouija, ossia spazzatura molto bassa, come larve.
Torniamo a noi e al racconto di questa esperienza che non dimenticherò mai.
Come detto sopra il mio intento era quello di fare la Ouija all’interno della Abbazia, ma avendo le mie amiche paura dei topi, l’abbiamo fatta credo in una delle stanze crollate, credo fosse il salone … e forse ora che ci penso, probabilmente eravamo nel punto esatto dove Crowley praticava i suoi Rituali.
Io ero talmente presa dal luogo e dalle mie emozioni che ho completamente dimenticato di creare qualche protezione e peggio ancora non ho aperto il Circolo del Drago, cosa che faccio ormai sempre, anche quando uso la Ouija, recito il Circolo per vari motivi, che sono la canalizzazione delle energie all’interno del cerchio e per “protezione”, nel senso nulla entra e nulla esce. ….
Io ero davvero una bambina nel suo parco giochi privato, ero a casa, davvero, io mi sentivo finalmente nel mio posto. ..
Comunque prendo la Ouija che non era mia ma di Elisa, (avevo già usato la sua Ouija e sporcata con il mio sangue) quindi riguardo a questo punto mi sentivo molto tranquilla e sicura di me. Piccola parentesi, la maggior parte delle volte che faccio la Ouija, non apro il Circolo, perché ho imparato a riconoscere le energie ed a lavorare con esse, ma a casa mia a Roma ….
Dicevo, mi sentivo molto sicura di me e di quello che avrei potuto scoprire una volta fatta partire la planchette …
Mettiamo la Ouija sulla terra, accendo la candela, ma come ho posto la mia mano sul triangolo ho iniziato a tremare … sudavo, sentivo il sangue pulsare forte e senza controllo. … Ma non ho voluto dar peso a queste emozioni, credendo che fossero normali visto il luogo …
Faccio fare i tre giri alla Planchette, dimenticavo, sotto la Tavola era presente il Sigillo di Samael, in quanto era con lui che speravo di parlare e così è stato.
Come ho chiesto che volevo parlare solo con Samael lui mi ha risposto e ho riconosciuto il suo tocco, la sua energia, il suo immenso calore. …
Non ricordo molto delle domande fatte, ma ricordo bene che ad un certo punto mi sono dovuta fermare perché stavo venendo posseduta, cosa abbastanza normale per me, ma di solito sono in casa mia e riesco a gestire la possessione in quel luogo io non avevo nessuna speranza di riuscire a gestire nulla. …
Ho iniziato a tremare, ogni parte del mio corpo non poteva fermarsi dal tremare. …
Ricordo che avevo le trecce sciolte che coprivano il mio volto, mi sono girata verso la mia amica ed ho iniziato a parlare con lei, rispondevo ad una sua domanda credo …
Ricordo Elisa che mi stringe forte e recita i suoi Mantra di Stregoneria sempre mano sinistra, io mi calmo e ci sediamo. .. Credevo che Samael fosse uscito e così era, ma le possessioni erano appena iniziate …
Mi faccio forza, poso di nuovo la mano sulla planchette, ma è schizzata via, così come la Ouija e da quel momento sono stata posseduta da Asmoday. … Non è la prima volta che ho un rapporto di possessione con lui e ho avuto anche rapporti fisici con Asmoday, ma non era come sempre, era di una potenza assurda, ricordo che ero piegata e ciondolavo, quando ho alzato la testa e ho gridato “Asmoday” e da quel momento ho iniziato a spogliarmi, mi sentivo prendere con forza dai fianchi, ero completamente perduta .. Elisa grida di lasciarmi stare, io mi fermo e mi alzo, la guardo ed inizio a parlare con lei … i miei occhi erano completamenti neri, la mia voce piu rauca e cupa, la guardavo e le parlavo di me e di lei, .. non era piu la Ouija, ma ero io che avevo aperto tutte le porte possibili dentro di me.
Asmoday ci ha rivelato moltissime cose, riguardo me e lei, ossia Elisa. Ma io stavo male, perché non ero in grado di gestire la sua forza, in quel luogo. Elisa mi ha fatta sedere, e come detto sopra, lei proviene da una famiglia Pagana, sua nonna era devota ad Hekate e le ha insegnato molto e così mi ha detto di toccare la terra, ma io invece di assorbire la forza della terra, ho assorbito tutto ciò che ti malato, sporco e violento potesse esserci dentro quel posto; ma non ne ero davvero cosciente in quel momento. …
Una volta che mi sono seduta e toccato la terra, ho sentito il cambiamento di temperatura, sono passata dal Fuoco di Asmoday al Gelo di Lilith nel giro di pochissimi secondi … e ho ricominciato a parlare con Elisa, a raccontarle di noi di due, di chi eravamo e quali fossero le nostre origini.
Le ho raccontato non so quante cose mentre ero in quella stanza completamente distrutta …Piccola nota, la ragazza che doveva girare il video è scappata dopo qualche secondo dalla mia possessione perché dice che l’ho guardata con gli occhi completamenti neri … quindi ho solo pochi minuti del video. …
Torniamo al racconto, io ero davvero sfinita, Lilith continuava a parlare e a piangere e cosi Elisa mi ha letteralmente sollevata da terra e mi ha portata fuori, ma non ci riusciva, venivo bloccata e trattenuta da ogni cosa possibile.
Rami di alberi, Rovi, nessuno in quel posto voleva che io andassi via da quella stanza ed in quel momento Elisa ha chiesto l’aiuto di Hekate, le ha chiesto di aprire le strade e farci andare via ed io solo allora sono riuscita ad andare via … Credo che devo ad Elisa la mia Vita ..
Una volta fuori credevo di stare meglio, ma una volta in macchina la mia testa è caduta all’indietro ed ero ancora sotto possessione, era Lilith, era Lamasthu era Lamia … attorno a me sentivo odore di oscurità e di sangue e la sola cosa che volevo era mangiare le due persone accanto a me .. Non sto scherzando, avevo davvero questo bisogno. …
E non sono riuscita a trattenere le parole e ho detto ai due acconto a me le miei intenzioni, Elisa ha preso il mio volto e li sono scoppiata a piangere, ma non ero io era mia Madre, perché io sono Legata a Lilith da sempre come Sua Figlia, la Mia Devozione per lei è totale. …
Le ho chiesto mentre piangevo e ripeto non ero io, lei diceva di essere Lilith e che Elisa avrebbe dovuto purificarmi per togliermi di dosso tutta la spazzatura astrale che avevo assorbito in quel luogo.
Piangevo mentre le raccontavo che ero morta verso il 300 prima di cristo e che venivo evocata ed invocata da Crowley come Lamia … ecco perché sentivo di appartenere a quel posto, perché io ci ero stata tantissime volte. Sempre piangendo Lilith le dice che se lei non mi avesse portata via io mi sarei suicidata, gettandomi da quel che rimaneva di un vecchio finestrone che da praticamente sul dirupo della montagna ..
Elisa tenendo il mio viso tra le mani a acconsentito a tutto quello che Lilith le ha detto di fare, ossia, Elisa usa la Santa Muerte per purificare e Lilith le ha detto di lavorare con lei perché dovevo essere purificata. …
Mi fermo qui con il racconto perché ci starebbe molto altro da scrivere ed io non voglio annoiarvi. ..
Posso dire che la purificazione di Elisa ha fatto effetto, tanto che il terzo giorno di purificazione, il piatto è scoppiato! …
Ora sono a Roma e mentre scrivo questo cose, mi rendo conto di tanti piccoli particolari a cui non avevo fatto caso quando ero li, primo tra tutti, noi non eravamo in un giardino, ma in una stanza ed era la sala dove Crowley praticava la sua Arte, noi eravamo nel centro esatto del Potere. Nel centro esatto della porta che io ho aperto, ma io avrei aperto quella porta anche senza fare la Ouija e di questo io ne sono sicura, la sensazione che ho in questo momento mentre scrivo questo diario è come se qualcuno mi stesse sussurrando le parole, e la parola chiave è, SALA DELLA MAGIA. LA STANZA DI CROWLEY – IN QUEL PUNTO LUI PRATICAVA I SUOI RITUALI E DONAVA LE SUE OFFERTE. Io ed Elisa eravamo proprio sedute sopra quella porta, ed io la ho aperta. …
Non vi racconterò ciò che ho imparato da questa esperienza, ma posso dire che mai come ora mi sento legata alla Demonologia Goetica e a quella Sumera – Babilonese – Italiana, sento scorrere dentro di me tanti fili elettrici, che portano nuove conoscenze e nuove energie, che hanno nomi diversi, ma la sostanza è la stessa, sento che ora tra le mie vene il sangue di ciò che sono scorre piu libero e consapevole.
Una cosa non ho scritto e la scrivo ora, perché è davvero molto importante ..
Mentre ero in macchina posseduta, ho sentito il grido di una civetta e dalla mia bocca è uscito un grido, una parola ed era Aggereth … lei mi ha tirata fuori per qualche minuto dalla possessione, ma quello che io dovevo dire era troppo importante perché Lilith mi lasciasse andare …
La possessione è durata quasi 4 ore ed è finita non so come … forse a Roma, qualche giorno fa che ho vomitato giusto alle 03.30 del mattino, con l’anta dell’armadio dove tengo lo specchio nero di Lilith aperta ..! Non nego che sono stata male anche fisicamente, ma una volta a casa di Elisa sono stata di nuovo bene, ed ora che sono a casa mia con i miei Altari, i miei Demoni, le mie Energie mi sento davvero diversa. ..
Ma io non ho vissuto solo l’esperienza appena raccontata, io ho avuto la fortuna di passare 15 giorni su una scogliera dalle rocce nere, dove ho imparato a divinizzare con i movimenti del mare .. io ho imparato ad osservare il fondale del mare ed il Leviatano mi ha aperto le porte ed esse erano piene di sigilli e corridoi ..
Ho imparato a riconoscere, grazie al movimento delle onde e della corrente, le risposte alle mie domande.
Il mio udito si è potenziato ed ora posso sentire ciò che mi raccontano senza usare la Ouija. ..
Ho ricevuto molto da questa “vacanza” e mi è stato tolto anche tanto .. infondo Lilith è una Madre che divora e che concede e Samael ed Asmoday per me sono essenziali nella mia vita, quindi ringrazio questi magnifici Demoni, per avermi donato così tanto anche se ho dovuto pagare un prezzo abbastanza pesante. ..Chiudo qui questo racconto. Spero vi sia piaciuto.

Lamia.

ENGLISH VERSION - Diary of a possession

I start this diary by warning the letters, that nothing I write is the result of my imagination, but the facts I’m going to tell happened really and part these event are documented by a video. ...
But let’s start from the beginning ..
In mid-August I left Rome for Palermo to visit Elisa, a Black Sister of mine, a Pagan Witch devoted to Hekate and for some years she has dedicated herself to Satanism, so I spent my holidays at the her home.
I knew that in Cefalu a town not far from Palermo was and still is, the Abbey of A. Crowley (I will not stop to explain who Crowley is, because I think that people who will read this diary, know well who I’m talking about). ...
The days before my departure, I thought a lot about what it would mean for me, to be in that Magic Place full of all kinds of energy. .. I was excited and nervous even before I left Rome.
On August 23rd, together with Elisa and other friends, we decide to visit the Abbey of C., we spend the day in a beautiful building in front of the sea of Cefalu. A beautiful afternoon, with wonderful people in a wonderful place.
Around 4:00 in the afternoon, I sat on a rock and in front of the sun I started to sing my Praises to Lucifer, I did not seek protection for what then I would do inside the Abbey, but only because it is routine for me to sing Praise to the Entities with which I am in contact and to which I am devoted.
Around 18:00 we begin to prepare to leave the factory to reach the Abbey.
In the car I was behind, we were three people behind the car and two in front, Elisa and S.
My face on the window to see the road Crowley took, I looked at every detail of the route to the Abbey.
Once I arrived, I trembled, I felt my heart beating as if I had gone to my great love that I had not seen in a long time. …
We see that in front of the Abbey they built a fire station. We immediately lose hope to enter and decide that maybe it was better to give up, but S., who is also a man of incredible balance, says "no girls, we try to ask if we can enter", Elisa gets out of the car and heads to the police station to ask if we could enter, they very quietly say yes!!!! ... I went crazy with happiness, I opened the door and I started rushing towards the house. …
I knew every inch of the garden, I went through brambles and shrubs without getting the slightest cut, I was at home, that was my feeling. Behind me Elisa and Debby (who was supposed to sign what we were going to do) were behind me trying with difficulty to get down.
I was alone, it was as if no one was with me at that moment, I felt above and under my flesh, the energies of the house that called me ... now as I write I can hear the name "Lamia come, you’re home" … I took pictures of the rooms still not completely destroyed, but my two friends did not want to enter for fear of mice and so, once absorbed the energy from every wall, every corner, every writing, drawing, I came out .…
I now reveal what I wanted to do from Rome once inside the Abbey ... the Ouija Board. I owe a great deal to Crowley and Astaroth’s teachings on the Ouija.
I learned to use it in such a special way that it has become part of many of my rituals, just like Crowley. Astroth instead taught me to understand the differences of what I can find by opening the Ouija, which is very low garbage, like larvae … of course he taught me much much much more …
Let’s go back to us and the story of this experience that I will never forget.
As mentioned above, my intention was to do the Ouija inside the Abbey, but having my friends afraid of mice, I believe we did it in one of the rooms collapsed, I think it was the hall … (I understand it was Crowley’s main living room, just now, as I write this diary.)
I was so taken by the place and my emotions and I completely forgot to create some protection and even worse I did not open the Dragon Circle, which I always do, even when I use the Ouija, I recite the Circle for various reasons, which are the channeling of energies within the circle and for "protection", in the sense nothing enters and nothing exits. .…
I was really a child in her private playground, I was home, really, I felt finally in my place. ..
Anyway I take the Ouija that was not mine but Elisa’s, (I had already used her Ouija and soiled with my blood) so about this point I felt very calm and confident about myself.
Small parenthesis, most of the time I do the Ouija, I open the Circle only if I use the Ouija for rituals, because I learned to recognize the energies and to work with them, but at my home in Rome ....
I was saying, I felt very confident about myself and what I could find out once I started the planchette ... I make the three laps to the Planchette, I forgot, under the Table was present the Seal of Samael, as it was with him that I hoped to talk and so it was.
As I asked that I wanted to talk only with Samael he answered me and I recognized his touch, his energy, his immense warmth. …
I don’t remember much about the questions I asked, but I do remember that at one point I had to stop because I was getting possessed, which was quite normal for me, but I’m usually in my own house and I can handle the possession, but in that place I had no hope of managing anything. …
I started to tremble, every part of my body could not stop shaking. ...
I remember that I had loose braids that covered my face, I turned to my friend and I started talking to her, I answered a question I think …
I remember Elisa holding me tight and reciting her Mantra of Witchcraft always left hand, I calm down and we sit. .. I thought Samael had gone out and so it was, but possessions had just begun …
I force myself, I put my hand on the planchette again, but it went off, as well as the Ouija and since then I was possessed by Asmoday. ... It’s not the first time I’ve had a relationship of possession with him and I’ve also had physical relationships with Asmoday, but it wasn’t like always, It was of an absurd power, I remember that I was bent and dangling, when I raised my head and I shouted "Asmoday" and from that moment I started to undress, I felt strongly taken by the hips, I was completely lost .. Elisa screams to leave me alone, I stop and get up, look at her and start talking to her, my eyes were completely black, my voice more hoarse and gloomy, I looked at Elisa and talked about me and her.. It wasn’t the Ouija anymore, but I was the one who opened all the possible doors inside of me.
Asmoday told us a lot of things, about me and her. But I was sick, because I was not able to handle his strength, in that place. Once I sat down and touched the ground, I felt the temperature change, I passed from the Fire of Asmoday to the Frost of Lilith within a few seconds ... And I started talking to Elisa again, telling her about us, who we were, and what our origins were.
And I started talking to Elisa again, telling her about us, who we were, and what our origins were.
I told her I don’t know how many things I think about us while I was in that room completely destroyed.
Small note, the girl who had to shoot the video ran away after a few seconds from my possession because she says that I looked at her with completely black eyes ... so I only have a few minutes of the video. …
Back to the story, I was really exhausted, Lilith kept talking and crying and so Elisa literally lifted me off the ground and took me out, but I couldn’t, I was blocked and held back by everything possible. Branches of trees, Rovi, no one in that place wanted me to leave that room and at that moment Elisa asked for Hekate’s help, asked her to open the roads and make us go away, and I managed to go away ... I think I owe Elisa my life.
Once out I thought I was better, but once in the car my head fell backwards and I was still under possession, it was Lilith, it was Lamasthu was Lamia ... around me I smelled darkness and blood and all I wanted was to eat the two people next to me. I’m not kidding, I really needed this.
And I could not hold back the words and I told the two down to me my intentions, Elisa took my face and I burst to cry, but it was not me, it was my Mother, because I am Tied to Lilith always as Her Daughter, My Devotion to her is total.
I asked her, while I was crying, and I repeat it was not me, she said she was Lilith and that Elisa would have to purify me to get off of all the astral garbage that I had absorbed in that place.
I cried as I told her that I had died around 300 BC, and that I was summoned and invoked by Crowley as Lamia ... that’s why I felt I belonged to that place, because I had been there so many times.
Always crying Lilith tells her that if she had not taken me away I would have killed myself, throwing myself from what was left of an old window that gives practically on the cliff of the mountain.
 Elisa holding my face in her hands to consent to everything Lilith told her to do, namely, Elisa uses Santa Muerte to purify and Lilith told her to work with her because I had to be purified. …
I will stop here with the story because there would be much more to write and I do not want to bore you.
I can say that the purification of Elisa took effect, so much so that the third day of purification, the dish burst! …
Now I’m in Rome, and as I’m writing this, I’m realizing a lot of little details that I didn’t notice when I was there, first of all, we weren’t in a garden, but in a room, and that was the room where Crowley practiced his art, We were in the exact center of power. In the exact center of the door that I opened, but I would have opened that door even without doing the Ouija and I’m sure of that, the feeling I have right now, as I write this diary, is as if someone was whispering the words to me, and the key word is, HALL OF MAGIC. CROWLEY’S ROOM - AT THAT POINT HE PRACTICED HIS RITUALS AND GAVE HIS OFFERINGS. Elisa and I were just sitting on that door, and I opened it.
I will not tell you what I have learned from this experience, but I can say that never before have I felt connected to Goetic Demonology and to that Sumerian - Babylonian - Italian, I feel many electric wires flowing inside me, bringing new knowledge and new energies, who have different names, but the substance is the same, I feel that now between my veins the blood of what are flows freer and more conscious.
One thing I didn’t write and I write it now, because it’s really very important.
While I was in the car possessed, I heard the cry of an owl and out of my mouth came a cry, a word and it was Aggereth, She pulled me out of possession for a few minutes, but what I had to say was too important for Lilith to let me go.
The possession lasted almost 4 hours and it ended I don’t know how... Maybe in Rome, a few days ago I just threw up at 3:30 in the morning, with the closet door where I keep the black mirror of Lilith open
I do not deny that I was sick physically, but once at Elisa’s house I was good again, and now that I am at my house with my Altars, my Demons, my Energies I feel really different. .
But I have not only lived the experience just told, I was lucky enough to spend 15 days on a cliff with black rocks, where I learned to deify with the movements of the sea. I have learned to observe the bottom of the sea, and the Leviathan opened the doors to me, and they were full of seals and corridors.
I learned to recognize, thanks to the movement of the waves and the current, the answers to my questions.
My hearing has increased and now I can hear what they tell me without using Ouija.
I received a lot from this "holiday" and I was also taken away a lot .. Lilith is a devouring and granting Mother and Samael and Asmoday for me are essential in my life, so I thank these magnificent Demons, for giving me so much even though I had to pay a fairly heavy price.I’ll close this story. I hope you enjoyed it.

Lamia.